Come sfruttare un Blog: guida pratica in 8 passi

Redazione Marketing, Social Network Lascia un Commento

In uno degli articoli precedenti (Social Network: 9 consigli per far conoscere a tutti le tue t-shirt) abbiamo visto come i social media possono esserti utili per dare visibilità alla tua attività, aumentare il traffico sul tuo e-commerce e fidelizzare sempre più clienti.

Ora vediamo nello specifico come funziona uno di questi strumenti: il Blog.

1) Da dove cominciare.

Ci sono diverse piattaforme che puoi scegliere per creare il tuo Blog. Sicuramente WordPress è una delle più funzionali e complete: “Il 23% dei siti internet a livello mondiale utilizza WordPress” (fonte: WordPress.com). E’ intuitivo e facile da usare; garantisce visibilità ed è ottimizzato per vari motori di ricerca; puoi scegliere tra vari design; ha sia la versione base gratuita, sia le versioni premium a pagamento (ognuna di queste si può installare per un periodo di prova di 30 giorni: se ti piace la compri, se non ti piace non hai perso nulla). Insomma, si tratta davvero di un’ottima soluzione che semplificherà molto il tuo lavoro.

2) Ora devi scegliere di cosa parlare nel Blog.

Molti blogger alle prime armi scrivono pagine e pagine pensando di tenere un diario personale, in cui annotare tutto quello che gli viene in mente, senza una strategia di marketing precisa. Sbagliato!
Il tuo scopo è di attirare l’attenzione di un pubblico ben definito, quindi, prima di tutto, devi avere un piano di comunicazione efficace. Parla di ciò che interessa ai tuoi potenziali clienti. Scrivi dei tuoi prodotti, della tua attività, della storia del tuo brand e del suo sviluppo. Ma anche di notizie interessanti che trovi in internet, di designer famosi o emergenti e cita articoli che ti sono piaciuti (ovviamente ogni cosa deve avere lo scopo di rafforzare la tua presenza online e vendere i tuoi prodotti). Qualche esempio pratico? Ecco alcuni articoli e temi da cui prendere spunto. Sono stati pubblicati nei blog di Spreadshirt, Threadless, Qwertee e Hide Your Arms, alcuni tra i più noti nel mondo delle t-shirt stampate:

3) Ora sai di cosa parlare. Ma come si scrive un testo efficace?

L’utente medio si può stancare facilmente di leggere guardando uno schermo. Quel che bisogna fare è rendergli il compito il più semplice possibile.

  • Suddividi il testo in paragrafi e aggiungi ad ognuno dei sottotitoli: le persone potranno capire già ad una prima occhiata quali sono i punti più importanti e troveranno più facile la lettura.
  • I testi non devono essere troppo lunghi: corri il rischio che il lettore abbandoni la pagina a metà articolo.
  • Fai in modo che il titolo attiri l’attenzione: il pubblico deve capire di cosa parli e sentirsi incuriosito. Con un titolo generico e poco interessante rischi che il lettore non apra nemmeno l’articolo.
  • Sembra banale, ma rileggi sempre il testo prima di pubblicarlo: potrebbero esserci errori grammaticali che ti sono sfuggiti mentre scrivevi.
  • In pratica: un buon articolo deve essere incisivo, comprensibile e facile da leggere.

Non sei abituato a scrivere e temi di non riuscire a cavartela? Non preoccuparti, i testi brevi e semplici vanno benissimo. E puoi puntare su immagini e video per pubblicare un articolo soddisfacente.

4) E’ molto importante aggiungere anche le immagini.

Stiamo parlando di t-shirt stampate, di design, di colori e stile: non possono mancare foto e video! Oltre a mostrare esattamente ciò di cui stai parlando, attirano lo sguardo del pubblico. In più, la comunicazione per immagini è istantanea e non richiede grande concentrazione. Inoltre è un’ottima occasione per mostrare i tuoi prodotti. Ovviamente le immagini devono essere di buona qualità, se no il tuo Blog sembrerà scadente.

Se puoi, crea dei video che raccontino la tua attività: come vengono realizzate le tue t-shirt, la tua nuova collezione, un tutorial in cui spieghi come lavare i tuoi capi senza che la stampa si rovini …
Se vuoi usare foto di proprietà di altri, ricordati sempre di citare la fonte e inserisci il link da cui le hai prese (non è il caso di rischiare complicazioni).

5) Usa la grafica per organizzare meglio i tuoi contenuti.

L’utente medio impiega pochi secondi per decidere se leggere o abbandonare la pagina che sta guardando. Quel che può aiutarti a convincere le persone a restare sul tuo Blog è una buona grafica. Ti permette di organizzare i contenuti e di mettere in evidenza quelli più importanti e recenti. Non sei un web designer e non hai idea di come fare? Non c’è bisogno di essere un professionista per dare al tuo Blog un aspetto interessante. WordPress ti fornisce vari design tra cui scegliere. Inoltre puoi sfruttare i numerosi tool gratuiti disponibili in rete per creare contenuti di qualità. Personalmente adoro Canva.com: ti permette di creare grafiche con formati pensati appositamente per i Blog e di progettare infografiche (molto utili per schematizzare e rendere più comprensibili le informazioni). Infogr.am è un tool pensato appositamente per le infografiche: è molto facile da usare, i design sono pre-impostati ed è sufficiente aggiungere i testi e le immagini che vuoi.

6) Ora hai un blog completo e interessante: devi promuoverlo.
  • Condividi i tuoi articoli sui social network. Aggiungi alla fine di ogni testo gli “Share Button”, i link grazie a cui gli utenti possono condividere contenuti su Facebook, Twitter, Pinterest, Linkedin, Google+, ecc …
  • Cerca altri Blog e forum che parlino di argomenti inerenti al tuo campo, lascia dei commenti e includi il link a un tuo articolo. Ma fai in modo che il commento sia interessante: devi dimostrare che non stai scrivendo solo per farti pubblicità, ma che vuoi davvero partecipare alla conversazione. Gli utenti (clienti, blogger, imprenditori …) devono considerare il tuo Blog un punto di riferimento, una preziosa fonte di informazioni. Un’altra cosa che puoi fare è citare blogger famosi nei tuoi articoli: andranno a leggere i tuoi articoli per capire chi sei e magari ti troveranno interessante. A quel punto potrebbero citarti a loro volta, interagire con te e farti conoscere al pubblico.
    Per riuscire nell’intento è necessario tenersi sempre informati e leggere molti contenuti sul web.
  • Usa le parole che vengono digitate più spesso dagli utenti nel fare ricerche su Google. Inseriscile nell’URL, nel titolo dell’articolo e all’interno del testo. In una ricerca, il tuo Blog deve comparire tra i primi risultati. Ci sono diversi strumenti online che puoi usare per scoprire quali sono le parole più cercate dagli utenti. Uno dei migliori e più completi è lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google AdWords (il sito richiede di registrarsi).
7) Finalmente gli utenti iniziano a commentare i tuoi post e a interagire con te: rispondi e tieni viva la conversazione!

Dai la tua opinione, fai domande. Pensa di parlare con una persona che vuole fare conversazione, non con un cliente a cui vuoi vendere.

8) Ultimo consiglio: non preoccuparti se i risultati non arrivano subito.

E’ normale: ci vorrà un po’ perché il tuo Blog inizi ad essere seguito ed apprezzato. L’importante è che tu non smetta di tenerlo aggiornato e di inserire articoli. Non c’è bisogno che tu pubblichi qualcosa ogni giorno, una volta o due volte alla settimana possono andare bene. Anche perché ci vuole del tempo per scrivere un testo e creare (o cercare) le immagini giuste. Basta che tu aggiunga contenuti a intervalli regolari e che non smetti di dedicare del tempo al Blog.

Hai delle domande o delle curiosità? Vuoi approfondire qualche punto? Scrivici o lascia un commento qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *